SIPMeL, Società Italiana di Patologia Clinica e Medicina di Laboratorio

Contrasto altoCaratteri grandi
 
 

 Menu

128 - Il carico orale di glucosio: cosa può dire il laboratorio

Autore/i: A. Lapolla, P. Andreani

Rivista: RIMeL - IJLaM, Vol. 3, N. 3-S1, 2007 (MAF Servizi srl ed.)

Pagina/e: 128-129

Il test da carico orale di glucosio è gravato da scarsa riproducibilità, in parte legata ad una carente standardizzazione: sono state perciò prodotte delle raccomandazioni di consenso per la corretta esecuzione dello stesso. Particolare attenzione deve essere posta nell’esecuzione del test per la diagnosi di diabete gestazionale. Il diabete gestazionale è una patologia la cui frequenza è in costante aumento in questi ultimi anni e che se non trattata è ancora oggi accompagnata da un outcome materno e fetale avverso. In questo contesto non è ancora ben definita la soglia glicemica a partire dalla quale aumenta il rischio di complicanze avverse. Lo studio HAPO (Hyperglycemia and Adverse Pregnancy Outcome) si è posto l’obiettivo di dare una risposta definitiva alla questione. I risultati preliminari di tale studio mostrano che i livelli di glicemia sono associati in maniera lineare alle complicanze del diabete gestazionale ed indicano la necessità di rivedere la soglia glicemica sino ad ora considerata normale e quindi i criteri di diagnosi del diabete gestazionale.

Articolo in formato PDF



SIPMeL, Via Ponchini 17/int.7 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - Tel. 0423 738098 - Fax 0423 740715 - P.IVA 02316020268 - C.F. 02052910284